bosque brown “us”

Anche per questo anno la scuola è finita. Evviva! No, non sono un insegnante e sono abbastanza grande per non doverci più andare da studente. L’entusiasmo nasce dal non dover più accompagnare mio figlio la mattina e quindi poter cominciare le giornate con maggiore calma. Sembra una sciocchezza, ma vi garantisco che almeno in parte sono questi piccoli dettagli che ti aiutano ad affrontare gli impegni con maggiore serenità.

A volte però quel che bisogna affrontare e provare a superare è qualcosa di molto di più di un piccolo dettaglio. Ne sa sicuramente qualcosa Mara Lee Miller, che torna a pubblicare musica dopo quasi sei anni.


Bosque Brown è lo pseudonimo con il quale continua a proporre le sue canzoni e che nel corso degli anni ha avuto fisionomia cangiante, passando dall’essere un gruppo vero e proprio all’essere un semplice moniker.

Us, dicevamo, arriva dopo diversi anni, un lungo periodo molto difficile per la Miller, che ha dovuto affrontare i suoi demoni e ritrovare la sua serenità. Ed è questo l’argomento del disco, la ricerca costante del superamento dei dubbi e delle incertezze che a volte ci impediscono di vivere appieno la vita. “..there will come a time when you don’t need anymore / it will be as a cast without a broken arm / it will cause you no harm” canta inBroken Arms.

La narrazione è incentrata sulla voce sussurrata, un canto che è quasi una costante confessione e che in Better diventa una vera e propria preghiera. Le melodie, accompagnano il flusso di parole vestendole e rafforzandone il senso (preziosa e fondamentale la collaborazione della sorella Gina Milligan al piano).

Mara Lee Miller racconta la sua visione dell’amore (You and Me, Us), lo stato di frustrazione che a volte si prova (Make It New), la voglia di rinascere (The Winter / Please Don’t Cry).

È un diario scritto a cuore aperto questo Us, un disco di elegante folk, venato di delicata malinconia, ma che vuole essere lo specchio di una rinascita. Un nuovo inizio.

“The winter is strong
the summer is bright
the fall makes us hopeful
the spring brings us life”

Per quanto possa durare, prima o poi la primavera ritorna.
(per TRISTE©15 giugno 2015)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...