the sound “monument”

Estate. Non c’erano promesse sotto il sole. Solo l’attesa di un fortunale. Le parole non significavano e si faceva fatica a decifrare durante pomeriggi lunghi e uguali. Inevitabilmente l’attesa diventava un sole basso e l’ombra si faceva necessaria. Bisognava raccogliere pensieri e renderli maturi per un ottobre luminoso. La bella stagione era un inganno e la promessa era dolce solo nell’approssimarsi di giorni brevi… La stanza, ormai piccola, ospitava una voce e un’assenza. Una porta franò: l’angelo, con un gesto, scomparve.

(frammento di Giovanni Mastrangelo)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...