massa sonora concentrata “boe”

SM2870_42x12,4

In bilico tra natura e artificio, tra un passato ancora vivo e un futuro sempre più caotico.

“Boe” si muove costantemente su questa dicotomia, riuscendo a creare un cortocircuito spazio-temporale in cui elementi apparentemente inconciliabili si incontrano dando vita a qualcosa di inatteso. Autori di questo racconto assolutamente complesso e non lineare sono i musicisti sardi Gioele Tolu e Stefano Muscas, riuniti sotto la sigla Massa Sonora Concentrata e coadiuvati da una folta schiera di eccellenti musicisti della scena elettronica sperimentale.  Il disco, pubblicato da Setola di Maiale con il contributo di Floating Forest Records , è un caleidoscopio di suoni e rumori che si sovrappongono fondendosi in un turbine materico inarrestabile.

“Boe Muliache” e la successiva “Miscela Gassosa” introducono immediatamente gli elementi peculiari di questo atipico viaggio costituito da sonorità che arrivano dalla tradizione dell’isola a cui si affiancano convulse trame elettroacustiche, il tutto manipolato fino a divenire materia informe plasmata dai vari contenitori/traccia. Così se nel dittico iniziale domina la componente territoriale, nella successiva “Albert Fish” subentra un incedere oscuro e misterioso. Il senso di mistero infonde anche i successivi due capitoli di “Movimenti focali”, il secondo dei quali apre alle liquide atmosfere alla base di “Canal Grande”. La parte conclusiva dell’album presenta due episodi più vicini ad atmosfere ambientali più convenzionali in cui emergono echi di misticismo orientale, ma è solo una parentesi che viene chiusa dal finale caos di “Shine On Your Crazy People”.

Da ascoltare con estrema attenzione, “Boe” è sicuramente un lavoro ostico, lontano dalla ricerca della melodia armoniosa e per questo assolutamente  non adatto a chi cerca suoni da assimilare con immediatezza e semplicità. Un disco coraggioso, che contiene la volontà di costruire un racconto affascinante capace di coniugare le proprie radici alla visione di un mondo sempre più dominato da un progresso tutt’altro che sostenibile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...