giulio aldinucci “yellow horse”

a1001791490_10

Immaginate di ritrovarvi ad aprire una scatola dei ricordi, una di quelle che contiene una miriade di oggetti che hanno in comune il solo essere un pezzo che rimanda al vostro passato. Immediatamente un gran numero di ricordi comincerebbe a scorrere in modo convulso, accavallandosi e susseguendosi senza un nesso apparente, guidati solo dalla percezione del momento. “Yellow horse” è la forma che Giulio Aldinucci ha dato allo sguardo sul suo recente passato. Partendo da un vasto e variegato catalogo di frammenti raccolti negli ultimi dieci anni e depositati in archivio in attesa di una possibile riconfigurazione, il musicista senese ha modellato un caleidoscopico vortice sonoro in cui ogni elemento trova una propria collocazione divenendo parte integrante di un ruvido flusso rumoroso che non aspira a sviluppare alcuna traccia melodica, ma definisce un percorso emotivo avvolgente. Field recordings, suoni analogici e sintetici si fondono in un unico compatto movimento di ventinove minuti, un lungo flashback dal montaggio incalzante, da assaporare tutto d’un fiato.

Complesso e viscerale nella sua struttura, “Yellow horse” è un lavoro che richiede un ascolto attento per poter essere apprezzato appieno e rivelarsi in tutto il suo spigoloso fascino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...