brave timbers “hope”

GZH63_Sleeve

Un costante senso di appagamento dei sensi accompagna il fluire di “Hope”, secondo album firmato Brave Timbers, pubblicato dalla Gizeh Records in collaborazione con la Little Crackd Rabbit. Nato come progetto solista della polistrumentista Sarah Kemp, si evolve adesso divenendo un duo che oltre alla talentuosa musicista inglese vede coinvolto Andrew Scrogham.

Sono undici bozzetti strumentali dominati da una luminosa e calda quiete quelli che compongono il disco, fondati sull’incontro tra l’elegia del suono degli archi e la leggerezza del pianoforte, fusi in melodie sognanti che lasciano correre l’immaginazione verso paesaggi di rara bellezza in cui ogni dettaglio ha la capacità di risuonare in tutto il suo splendore. Il dialogo tra gli strumenti si snoda vario, incentrandosi sulle sfumature e spostando l’accento su una ariosa e solenne coralità (“Swimming in the Isar”, “Hands in earth”), oppure su un maggiore senso di fragile rarefazione (“The well worn path”, “A break in the clouds”). A tratti è una struggente malinconia ad emergere dalle trame disegnate(“Fledlings”, “Stilness”), ma la sensazione di incorruttibile armonia resta immutata, persino accentuata quando al piano si sostituisce la chitarra (“Season’s past”, “First light”).

Con i suoi colori tenui e luminosi “Hope” è un album che scorre via leggero, in un susseguirsi di scorci mutevoli ma contraddistinti da una comune magia che sembra voler farci vivere al di fuori del tempo. Un lavoro prezioso da assaporare in ogni sua nota.

Annunci

One thought on “brave timbers “hope”

  1. Pingback: brave timbers “secret hopes” – SoWhat

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...