ian martin “notations of the form”

cover

Ipnotico e misterioso, si snoda in bilico tra momenti di contemplativa quiete e di crescente tensione carica di inquietudine il nuovo lavoro di Ian Martin pubblicato da Shimmering Moods Records. “Notations of the form” è una narrazione unitaria e consequenziale che alterna sensazioni differenti dipinte attraverso l’uso di dense modulazioni sintetiche sulle quali si innestano suoni ambientali e iterazioni organiche generando una sintesi dalla valenza cinematica.

“Hhedra” apre il viaggio con il fluire lento di un fondale morbido segnato dalla costante interferenza di granulose screziature, che introducono fin da subito quel senso di serpeggiante minaccia che si manterrà costante lungo tutto il disco, anche quando il suono vira verso atmosfere più sognanti  e contemplative come in “Love or art”, segnata da frammenti taglienti come lame di luce che incidono le tessiture calde e crepuscolari su cui è costruita, e “Given chords”, dominata dal suono vagamente solenne dell’organo. Quando l’incedere si fa più oscuro e persistente ciò che emerge è un senso di claustrofobica paranoia, spesso cadenzata da serrate pulsazioni in filigrana (“Notations of the form”, “Fathareed”).

È un universo instabile, in perenne mutamento quello descritto da Martin, ideale colonna sonora di un mistero senza soluzione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...