stefano de ponti “calce”

calce_CDcover

Un flusso di frammenti senza soluzione di continuità, un costante rimando a qualcosa che tenta di essere refrattario all’oblio. I suoni che compongono “Calce”, generati e diretti dal sound artist milanese Stefano De Ponti, percorrono un itinerario che partendo dal presente recuperano gli echi di un passato da elevare a memoria collettiva. Il progetto, nato da una residenza artistica nel Giura svizzero presso un’antica calcara in collaborazione con l’artista visiva Nina Haab, si configura come opera multidisciplinare pensata principalmente come installazione audiovisiva e realizzata in una edizione che al disco associa un libro d’arte.

La tavolozza di sonorità e soluzioni individuata da De Ponti è quanto più variegata e cangiante, riuscendo tuttavia a costruire una narrazione unitaria in cui i passaggi da una traccia all’altra risultano pressoché impercettibili. L’incedere costante di screziature e suoni derivanti dalle fonti più diverse riecheggia efficacemente il senso di stratificazione inspirato dall’accumulo dei ricordi e reso in modo altrettanto forte dalla Haab attraverso l’alternanza di foto della vita del passato e quelle delle formazioni di calce. Questo processo trova massima compiutezza nell’iniziale “Le Premier Son” e soprattutto negli oltre venti minuti di “Spoken Stones”, che con  il suo procedere magmatico ed inesorabile vagamente oscuro e misterioso rappresenta il nucleo centrale del percorso. “Il Ronzio degli Insetti” è una combinazione alchemica di battiti metallici e vocalità soffuse, elementi che ritornano furenti ed ipnotici nella seguente, instabile  “K’AN”. Il finale affidato a “HSU” regala un nuovo inaspettato cambio di rotta con i suoi accenni melodici di flauto, pianoforte e archi che a tratti emergono dal fondale ruvido.

È un’opera complessa “Calce”, una narrazione sinestetica capace di far confluire istanze e linguaggi differenti in una direzione univoca, un viaggio nella memoria avvincente da scoprire gradualmente in ogni sua sfumatura.

Annunci

One thought on “stefano de ponti “calce”

  1. Pingback: de ponti / moretti “Echoing ‘Calce’ – live at Euphorbia – Bologna, 31 Ottobre 2016” – SoWhat

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...