flooba “levels of hell in summer”

a0547706557_10

Un susseguirsi di scorci che registrano l’anonimo fluire della sparuta vita di un parco urbano nel caldo estivo. Si avverte latente un senso di pacata e rassegnata inquietudine nei due capitoli che compongono “Levels of hell in summer”, racconto firmato da Adriano Sorbello sotto la sigla flooba per manyfeetunder/concrete.

Riprese ambientali montate e manipolate secondo uno schema dall’incedere ipnotico e non lineare intrecciate a modulazioni sintetiche morbide e rarefatte , restituiscono una sensazione di irreale sospensione e quieta e persistente tensione che a tratti riporta alla mente alcune frammenti di Pessoa, soprattutto nei quasi quindici minuti di “Dream in a city park”.  Un’atmosfera onirica che sembra costantemente sul punto di trasfomarsi in oscuro incubo, anche quando in sottofondo giungono voci di bambini che si sovrappongono e fondono al canto degli uccelli e agli altri rumori di fondo.

Una narrazione spiazzante, che partendo da un luogo in cui rifugiarsi alla ricerca di benessere e leggerezza restituisce un senso di alienante malinconia a cui sembra impossibile sfuggire.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...