øjeRum “væv”

cover

Intrecci fragili di morbida e calda luminosità definiscono il punto 54 sulla sempre più suggestiva mappa in via di definizione della eilean rec. A tessere questo nuovo affascinante capitolo troviamo Paw Grabowski  sotto il suo alias øjeRum.

Il prolifico artista danese ci trasporta attraverso le sue delicate trame di chitarra acustica e innesti sintetici nel suo personale immaginario, un universo in cui il tempo resta sospeso e in cui i ricordi navigano liberi. L’incedere delle composizioni è perennemente cullante ed ipnotico, composto da brillanti stille elettroacustiche dense di riverberi luminosi (“Hud”, “Mine Hænder I Intet”, “Væv”) o da linee melodiche più avvolgenti e introverse (“Blodet På Horisontens Læber”), che a volte si riducono a breve frammento (“Øje”, “Ljilja”) o si combinano a fondali granulosi (“Tåge”), fino a divenire evanescenti accenni che emergono dal silenzio (“Giv Os Mørket Tilbage”). In qualsiasi caso si mantiene inalterata la sensazione di navigare in un mondo dove tutto acquista un senso differente e le cui tessiture sembrano perennemente sul punto di disgregarsi per restituirci alla realtà.

Advertisements

One thought on “øjeRum “væv”

  1. Pingback: various artists “eilean [45]” – SoWhat

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...