kirill nikolai “lettin go variations”

a1909276378_10

Uno sguardo perso verso un orizzonte lontano, lacrime asciugate da un vento caldo in una sera autunnale immersa nella luce dolce del tramonto. È una sinfonia struggente in quattro movimenti quella composta da Kirill Nikolai  nel suo nuovo lavoro a proprio nome, una lunga meditazione che sembra voler fuggire lontana nel tempo.

Sono trame vaporose in lieve movimento quelle cesellate dal musicista di origine ucraina, tessiture melodiche cariche di malinconia e rimpianto che scorrono incessanti costruendo un flusso denso e luminoso che non lascia spazio ad alcun vuoto, ad alcuna pausa che non sia il breve passaggio da una traccia a quella successiva. Ogni minima mutazione diventa un sussulto, un lieve picco che in modo tenue scandisce questo viaggio interiore dai toni elegiaci.

Seguendo lo svolgersi  di questa dilatata e intima confessione a cuore aperto diviene una necessità chiudere gli occhi per lasciarsi cullare dalla sua cristallina e avvolgente bellezza che non lascia spazio ad alcuna altra parola.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...