stefano de ponti “come tutti coloro che distruggono il passato per favorire il futuro”

cover

Suoni e immagini. Un binomio caro a Stefano De Ponti evidenziato dall’ approccio sinestetico che rappresenta  una costante nelle sue produzioni. Lo diviene  a maggior ragione quando le composizioni nascono per essere controparte musicale per una rappresentazione teatrale, come nel caso di “Come tutti coloro che distruggono il passato per favorire il futuro”.  Ad andare in scena è lo spettacolo “DI A DA” della Compagnia CAMPOVERDEOTTOLINI, monologo poetico ispirato ad “Antologia di Spoon River” di Edgar Lee Master.

De Ponti, attraverso i sei bozzetti del disco, segue l’ispirazione alla base del progetto della compagnia e giunge a definire uno spazio sonoro che ne riverbera le atmosfere ed i toni. Ciò rappresenta però solo il primo livello di un lavoro che si muove su un binario duplice. I bozzetti costruiti dal sound artist milanese difatti vivono di vita propria anche lontani dalla fonte per cui nascono, riuscendo paradossalmente ad amplificare attraverso il distacco il loro portato evocativo. Siamo sufficientemente distanti dalla densa matericità di “Calce”, ma il lavoro di fine cesellatura che struttura le tracce restituisce una forza narrativa altrettanto avvincente e avvolgente. Ogni frammento è libero di riverberare alla conquista del proprio spazio emergendo da un buio ideale attraverso il quale disegna gesti  lenti e misurati, densi di quieto mistero (“Spyke e l’eterna attesa del pesce dagli occhi caldi”), che a tratti richiamano l’estremo oriente (“Primo movimento pt.1”). Tutto procede con un senso di libertà assoluta in cui l’immaginazione si scioglie seguendo lisergici sogni ad occhi aperti (“Chagall vola sopra Jamaa el Fna”) fino alla chiusura di “Primo movimento pt.2 e 3”, che in ultima istanza palesa la sinergia tra differenti  atti creativi attraverso le parole recitate da Marco Ottolini immerse nell’universo sonoro messo in scena da De Ponti.

Advertisements

One thought on “stefano de ponti “come tutti coloro che distruggono il passato per favorire il futuro”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...