paolo sanna “four improvvisation for gong”

a0681096041_10

Si arricchisce di un nuovo capitolo il percorso creativo di Paolo Sanna, ancora una volta incentrato sulla ricerca di un linguaggio esteso applicato ad una tipologia di strumento. Dopo aver esplorato le potenzialità del rullante, il percussionista sardo in questo  nuovo disco pubblicato ancora una volta da BUNCH records concentra la sua ricerca timbrica sul gong.

Nelle mani di Sanna lo strumento prescelto conserva, come spesso accade, solo in minima parte la sua natura palese, quella che normalmente si associa ad esso. Le tecniche e i mezzi utilizzati per far vibrare il metallo ci proiettano in un mondo misterioso al quale abbandonarsi privi di riferimenti. Le quattro improvvisazioni ci conducono così attraverso schegge di luce riverberanti capaci di costruire una vera e propria gabbia sonora (“Feng Lwo – 55 cm”) o verso territori vorticosi dal sapore vagamente orientale (“Opera Gong – 21 cm“). Non c’è spazio per manipolazioni, il suono viene colto nella sua purezza sia quando diviene stridente interferenza che si distacca drasticamente dalla sua fonte (“Chaw Lwo – 65 cm”), sia quando ne esalta le caratteristiche evocative espandendone il fattore immaginifico.

Come sempre il lavoro di Paolo Sanna è rivolto a chi nutre interesse per ciò che non è consueto, a chi ama dedicarsi alla scoperta di linguaggi nuovi, certamente non di immediata assimilazione ma di grande fascino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...