drawing virtual gardens “heartbeats of a premature image”

artwork

Si sviluppa densamente fluido attraverso un persistente presente che sembra sospeso nel tempo il flusso sonoro modellato da David Gutman nel suo nuovo lavoro firmato Drawing Virtual Gardens pubblicato da KrysaliSound.

Pur diviso in sette tracce denominate secondo differenti velocità di battiti al minuto, il suono si snoda senza soluzione di continuità ed in assenza quasi totale di pulsazione ritmica, ad eccezione di brevi frammenti che lasciano emergere flebili colpi che rimandano ai battiti citati nel titolo del disco. Al centro di tutto c’è il suono della chitarra rimodulato e trasfigurato in nebbiose e dilatate tessiture che inglobano minuziose variazioni e affioranti trame in cui lo strumento d’elezione del musicista belga rimane riconoscibile. Materia evanescente ma non impalpabile, il suono avvolge e imprigiona in una dimensione in cui tutto giunge acuito senza produrre turbamenti.

Ci si abbandona facilmente al calore che sprigiona dai toni caldi e ariosi di “Heartbeats of a premature image” capaci di condurre verso rarefatte atmosfere in cui tutto il resto si annulla. Un viaggio da affrontare ad occhi chiusi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...