the green kingdom “harbor”

DR-41_dpack

Una fuga verso un mondo fatto di luce cristallina, una placida meditazione di fronte ad un mare che infonde calma. Costruisce un viaggio avvolgente e affascinante Michael Cottone nel suo nuovo album firmato The Green Kingdom pubblicato da Dronarivm.

“Inlet” ci proietta dolcemente in questo universo accogliente fatto di trame cullanti che riecheggiano il moto di placide onde  esplicitamente richiamate nelle battute iniziali della title track. Si procede tra tessiture vaporose ed eteree (“Faun (enchantedforestmix)”, “Thermals”), a tratti scandite da pulsazioni ritmiche più dinamiche (“Haze Layers”) o flebili battiti che rimangono in secondo piano (“Morrowloops”), e oniriche e morbide melodie chitarristiche che invitano al pieno abbandono (“Jade Star”, “Evergreen Sunset”) e che ci conducono alla sconfinata e quieta chiusura di “Endless Blue Drift”.

È una sospensione spazio-temporale quella definita da “Harbor”, un ideale rifugio in cui ritrovare equilibrio dimenticando la quotidianità.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...