filippo landi “upside down”

Digipack montaggio redcat.inddUn diario intimo all’insegna della semplicità e dell’immediatezza, un piccolo scrigno nel quale raccogliere pensieri e sensazioni del quotidiano. È a questo che danno vita le tracce di “Upside down” che sanciscono l’esordio discografico di Filippo Landi per la RED CAT Inst Fringe.

Nate come  libere improvvisazioni, le tredici composizioni del giovane pianista fiorentino, filtrate e riviste con la collaborazione di Roberto Cacciapaglia, costruiscono un microcosmo di sentimenti vissuti ed espressi con grande passione. La loro intensità scaturisce costantemente limpida attraverso le delicate trame spesso venate di un nostalgico romanticismo (“Dreams”, “Fly away”), ma capaci di trovare anche momenti di contagioso brio (“Ragtime moment”) e estemporanee ibridazioni (“Boy”) che costituiscono la parte più interessante di un lavoro che forse a tratti risente ancora troppo dell’influsso di esplicite fonti di ispirazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...