skag arcade “the look of silence”

a3733823568_10

Cosa resta nella mente di chi vive eventi di profonda violenza? Quanto profonde e dolorose si imprimeranno le tracce di ciò che si è attraversato? È tutt’altro che semplice provare a rispondere a tutto ciò tentando di convertire in suono l’abissale vuoto scavato nell’animo di chi sopravvive, ma difficile non è sinonimo di impossibile. Lo dimostra il nuovo lavoro firmato Skag Arcade incentrato sui genocidi perpetrati nel sud-est asiatico nella seconda metà degli anni sessanta.

I quattro capitoli di “The look of silence” costruiscono un percorso aspro e doloroso, un vortice abrasivo capace di materializzare con angosciante vividezza la sprezzante ferocia  subita. Un vero e proprio bombardamento convulso e disarmonico che esplode fin dall’iniziale “Cambodian Necktie “, un urlo interiore che trova esteriorizzazione in scabrose trame irregolari distanti da qualsivoglia intento melodico. Anche quando il registro vira su toni bassi ciò che fluisce è lo spegnersi di un boato piuttosto che il raggiungimento di una chimerica quiete. Meccaniche voci spettrali, riprese ambientali e modulazioni sintetiche angoscianti si fondono in un caos emozionale, persistente in” Choeung Ek Pickup (Killing Fields)” e altalenante in “Gangbang”, a cui è impossibile sfuggire e che si trasforma in un assordante e aritmico silenzio nella conclusiva deriva di “The Look Of Silence (Revenge Of Beatitude)”.

Non c’è traccia di alcuna concessione all’indulgenza, non c’è nessuno spiraglio aperto ad improponibili squarci di bellezza. Un lavoro forte e coraggioso, dall’impatto totalizzante. Una riflessione dura a cui è impossibile rimanere indifferenti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...