the star pillow “invisible summer”

[midira records]

StarPillow_Cover.jpg

Una vibrazione che flebile si propaga in un flusso onirico pervaso da una strisciante malinconia. La tappa che segna i dieci anni di attività di The Star Pillow è una lunga deriva in quattro atti segnata dallo straniamento indotto dalla lunga e calda estate italiana, sensazione che Paolo Monti traduce in suono amniotico che riporta alla mente il dolente spleen baudelairiano.

“Quando, come un coperchio, il cielo pesa greve
sull’anima gemente in preda a lunghi affanni,
e in un unico cerchio stringendo l’orizzonte 
riversa un giorno nero più triste delle notti”

Dense coltri droniche, da cui emergono come sprazzi vitali riverberanti stille armoniche cesellate dalla chitarra, si dilatano con moto ipnotico e avvolgente inondando con la loro vischiosità e conducendo attraverso lente meditazioni che non si librano più verso gli immaginifici paesaggi siderali di “Above”, ma che lasciano trasparire scorci algidi nei quali cercare consolazione. Tutto suona misurato e sinuoso anche quando occasionalmente si producono spirali ascendenti che lasciano filtrare la forza accecante e opprimente della afosa luce di questa estate invisibile eppure totalizzante, un’armonia che trova la sua forma compiuta in “The end is a beginning”, quarta e conclusiva traccia nella quale infine le due istanze si fondono in un’atmosfera rilassata e pienamente accogliente.

Un’immersione sensoriale riflessiva e intimistica nella quale perdersi dolcemente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...