miguel isaza “māyopama”

[farmacia901]

a1113306257_10.jpg

Tracce di memoria traslate e ricomposte a formare un ambiente esteso in cui si fondono e confondono la solida realtà e l’evanescente apparenza. Partendo da un cospicuo materiale raccolto durante un soggiorno in Italia, Miguel Isaza genera un microcosmo surreale nel quale i dati concreti, scomponendosi e ricombinandosi in flussi privi di riferimenti evidenti, plasmano sfuggenti paesaggi interiori.

Oggetto dell’indagine condotta dal sound artist colombiano è la propensione di determinate combinazioni sonore a definire apparenze immateriali  eppure talmente vivide ed incisive al punto da creare un cortocircuito tra ciò che concretamente è stato e ciò che l’immaginazione autonomamente riesce ad aggiungere.

Attraverso un attento lavoro di cesellatura di minuti frammenti “Māyopama” esplora sonicamente l’esperienza di differenti piani illusori che vanno dal sogno all’allucinazione, dall’eco al riflesso, tradotti in sequenze flebili  di crepitanti schegge che emergono gradualmente in filigrana, risuonando cariche di denso ed insondabile mistero. In tal modo i dati oggettivi della memoria attiva convergono verso territori indefinibili la cui collocazione è lasciata al portato percettivo di soggettivamente chi li recepisce.

Un’affascinante immersione in un universo composto da non-luoghi sonori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...