banished pills “a pill for your heartaches”

[deadtapes]

cover.jpg

Immersi nella vividezza del sogno lucido, erranti lungo il sottile confine tra la veglia e il sonno. Ogni tocco risuona concreto e presente, eppure sembra giungere da una lontananza sfuggente. Si muove lungo questo fragile margine la liquida plasticità del lavoro di Edoardo Cammisa aka Banished Pills, raccolta di eterei frammenti volti alla conquista di un momentaneo stato di sospensione nel quale sciogliere ogni tensione.

Avvolgenti persistenze sintetiche si espandono vaporose combinandosi a naturalistiche tracce ambientali capaci di generare oasi di placida quiete in cui perdersi senza alcuna riserva. Fluttuazioni accoglienti scandite dal suono rassicurante dell’acqua (“Waterdrops vibes”) o dal canto melodioso degli uccelli (“Under one leaf”, “Endless green”). Tra le pieghe di questa dimensione onirica compaiono brevi schegge di inquietudine che ostinatamente riportano alle dense ombre della realtà (“Underwater dancing”, “Away”) prima di spegnersi in una definita cullante astrazione che segna il punto di resa (“An helpful lullaby”).

Che l’illusione abbia inizio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...