SoWhat

the green kingdom “the north wind and the sun”

Annunci

[lost tribe sound]

Nubi che si diradano spinte da un vento refrigerante che concede l’irrompere di un sole confortevole. Apre un tracciato inedito il nuovo lavoro di Michael Cottone dirigendo le trame ambientali del suo progetto The Green Kingdom verso coordinate prettamente acustiche quasi totalmente scevre della componente sintetica fin qui marcatamente predominante.

La terra d’origine e il legame con essa, condensato in preziosi ricordi d’infanzia, è il punto di partenza dal quale nascono le tracce di  “The north wind and the sea”, vellutata sequenza di istantanee che conduce attraverso paesaggi emozionali fatti di melodie sognanti e leggere danze di note dense di luminoso riverbero. Il flusso plasmato da Cottone si muove tra scorci pulsanti permeati da un vago senso di epicità (“Signs and wonders”, “Ramshacklet”) e visioni flessuose intrise di un sapore agrodolce (“The singing river”, “The beacon tree”), attraversando frangenti maggiormente crepuscolari (“From the ashes of industry”) e sprazzi meditativi carichi di enfasi  (“Children of light”).

Un viaggio delicato e avvolgente che ci lascia immergere in un universo accogliente disegnato attraverso un lessico inaspettato, ma certamente efficace.

Annunci