curved grooves “rivera”

[stochastic resonance]

Front.jpg

Strade apparentemente inconciliabili che si incontrano/scontrano fondendosi in una terza via dagli esiti cangianti. Si fonda sulla volontà di conciliare modulazioni sintetiche a trame strumentali il percorso di ricerca condotto da Ivano Pecorini e Michele Andreotti, esplorazione che sfocia in una serie di varianti accomunate dal comune processo di ibridazione.

Si ritrova un tratto ricorrente nella struttura dei cinque brani che evolvendo da una dimensione ambientale  più marcata gradualmente convergono verso flussi elettronici dai ritmi più marcati. Così il crescendo crepitante striato da distorte tracce vocali di “Hover” e le placide espansioni scandite da stille pianistiche di “Rivera” si riversano dopo improvvise virate verso un finale definito da pulsazioni decise che riecheggiano una dimensione dance invece dichiarata in “Sloth” fin dall’iniziale incedere ipnotico. Diversamente “Shift” e “Lighthouse” si muovono lungo scie sonore decisamente atmosferiche ricche di risonanze e sfaccettature luminose rarefatte.

Un’idea forte e definita capace di dare forma a soluzioni differenti combinate in un tracciato variegato e convincente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...