SoWhat

omrr “devils for my darling”

Annunci

[dronarivm]

L’incostanza emotiva di un legame sentimentale. È il racconto di una storia d’amore immaginaria, ma non per questo meno sentita la sostanza  del nuovo album di Omar El Abd aka Omrr, flessuoso flusso elettroacustico dall’umore mutevole.

Abbandonando in parte la ruvidezza e l’incedere incostante che informava gran parte dei minimali paesaggi di “Music for the anxious”, il musicista egiziano esplora in modo più ampio la sua componente più melodica e sognante generando un’emozionale narrazione di stati d’animo cangianti. Durante i quaranta minuti di “Devils for my darling” si susseguono così minimali danze di lievi stille luminose (“Quicksands”), sprazzi di fragile malinconia declinata attraverso ipnotiche trame acustiche circolari (“Lunatics”) o delicate armonie che convergono verso ariose aperture (“Aquiver”) e momenti più umbratili in cui l’andamento diviene meno fluido (“Ink we spill”, “Illicit”).

Un rincorrersi sommesso di incessanti palpitazioni.

Annunci