foch delplanque “secret”

[parenthèses records]

cover.jpg

Nebbiosi flussi percussivi all’insegna di un’ibridata ancestralità. È una peregrinazione attraverso materici paesaggi densi di primitivo mistero quella generata dall’incontro tra Philippe Foch e Mathias Delplanque, frutto di una serie di sessioni di improvvisazione risalenti ad una residenza artistica svoltasi in Francia alcuni anni fa, che consolidava definitivamente un’amicizia partita nel 2012.

È un dialogo fatto di incastri e contrappunti quello che struttura le sette tracce di “Secret”, un intreccio di sussurrate sequenze ritmiche e modulazioni sintetiche che disegnano frammenti melodici sfuggenti fusi in combinazioni dall’andamento irregolare. Il suono si muove lungo un indefinito margine che lascia permeare le due differenti istanze in modo mutevole, proponendo un tracciato elettroacustico cangiante che si sposta dalle algide risonanze striate di frequenze stridenti di “Nuuk” al tribale e convulso incedere di “Ewo” mantenendo una coerenza stilistica evidente.

Un percorso vibrante e ricco di sfumature, reso interessante dalla variegata gamma di soluzioni che informano ogni singolo capitolo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...