SoWhat

attilio novellino and collin mckelvey “hyperhunt”

Annunci

[random numbers]

Frammenti materici e oblique frequenze combinate seguendo algoritmi irregolari che mutuano il proprio schema dallo scontro frenetico di velocità contrastanti. Riflette la costante tensione generata dal contatto tra modi differenti di abbandonarsi al flusso temporale il primo dei due atti collaborativi che vedono uniti Attilio Novellino e Collin McKelvey. Nato come quinto e conclusivo atto della Random Numbers Split Series, “Hyperhunt” ne modifica l’istanza principale tramutando l’abituale accostamento tra due diversi autori in pieno sodalizio volto alla creazione di una creazione unitaria.

È un tracciato dalla struttura complessa ed in costante mutazione quello che accoglie la pulsante sequenza di stille sonore dall’origine variegata, una convulsa spirale che ripetutamente accelera/decelera accostando piani paralleli, sovrapponibili ma mai coincidenti. L’utilizzo di questa accurata stratificazione, che si avvale dell’utilizzo di diverse tecniche di composizione e assemblaggio, conferisce all’incedere un andamento costantemente disorientante capace di alternare oscure ed atmosferiche distese ambientali a frenetiche progressioni ritmiche interpolate da abrasive scariche sintetiche. Ne risulta un ambiente vorticoso fatto di caleidoscopiche visioni immerse in un’atmosfera coesa che funge da perfetto collante di un lavoro profondamente suggestivo e pienamente compiuto.

Cinetiche derive postmoderne.

 

Annunci