attilio novellino/drekka/simon balestrazzi/ennio mazzon “quadrature”

[under my bed recordings]

 

a2096756242_10.jpg

Alla deriva,  in balia di un inconscio denso di placida inquietudine. Generato dall’accostamento di un singolo contributo dei suoi quattro autori, “Quadrature” costruisce un dilatato flusso pervaso da un persistente senso di straniamento, un caleidoscopico viaggio attraverso paesaggi cangianti plasmati utilizzando lessici differenti eppure affini.

Under A Sea of Benzodiazepines/Sping Rain, Indian Summer. Traiettorie scabrose che tagliano obliquamente fitte nebbie lisergiche dischiudono un universo distorto fatto di colori violenti. I ruvidi riverberi della chitarra di Attilio Novellino, generando claustrofobiche spirali, incidono solchi profondi che si riversano come tracce indelebili riaffioranti nell’algido soffio dal quale emergono le essenziali partiture pianistiche di Drekka. Il delirio allucinato così gradualmente si scioglie in sinuose persistenze  venate di echi spettrali.

Red Square On A White Field/Omen Discord. Tutto diviene profondamente tattile, l’abbandono onirico vira verso oscuri tracciati organici colmi di frammenti ribollenti cesellati con chirurgica precisione da Simon Balestrazzi. Il tono permane soffuso, sotterraneo fin quando infine esplode l’incubo dissonante delle abrasive trame di Ennio Mazzon che con il loro incedere ossessivamente pressante chiudono tumultuosamente questa sfaccettata immersione in un immaginifico sogno lucido.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...