kenta kamiyama “side effects”

[stochastic resonance]

a1211205486_10.jpg

Incantate visioni che si dilatano oltre la realtà sconfinando in fughe oniriche di cristallina purezza. Sono fragili e risonanti paesaggi in bilico tra organica concretezza e vaporosa immaginazione a comporre il terzo lavoro di Kenta Kamiyama, raffinata e seducente immersione in una dimensione contemplativa priva di inquietudine ed asperità.

Sinuose modulazioni si dipanano come respiro vitale lasciando scaturire delicati flussi armonici percorsi da crepitanti spirali di stille luminose a cui si sommano echi ambientali che ricollegano l’evanescente scorrere ad un dato oggettivo che appare sotto forma di suono della natura (“Cold Facts”) o di umana traccia vocale (“Flowers”) fino a tramutarsi in vero e proprio canto dall’incedere obliquamente spettrale (“Dark Blues”). È un navigare placido e sommesso a tratti attraversato da tenui ombre spinte dall’enfatico soffio degli archi (“Black Rain”) o da echi di cupe dissonanze (“Some Day”) incapaci comunque di scalfire l’atmosfera avvolgente che contraddistingue l’interezza del viaggio fino al suo accogliente terminale approdo (“Apartments in Tokyo”).

Imprigionati in un sogno lucido scaturente da una profonda intensità dello sguardo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...