r beny “saudade”

[dauw]

a2124989873_10.jpg

Il riverbero di una calda luce che giungendo da un nostalgico recente passato proietta verso un presente in divenire. È un tracciato di aggraziati intrecci di fragili armonie e calde risonanze sintetiche quello sul quale procede Austin Cairns, musicista americano che si cela sotto lo pseudonimo r beny, che con “Saudade” giunge al suo terzo disco.

È tutto racchiuso nel suo titolo il senso delle otto tracce del lavoro, sequenza vibrante di dilatate saturazioni che stratificandosi  generano flessuose  modulazioni permeate da grana sottile che fluttuando configurano vaporosi paesaggi emozionale intrisi di placida malinconia. Un galleggiare quieto e sinuoso  che a tratti si espande producendo visioni dai confini sempre più estesi e impalpabili dominati da un senso di infinito inafferrabile (“Streams of light”, “Canopy”) fino a divenire siderale danza di reiterate particelle rischiarate dal crepitio delle stelle (“Burl”, “Ektar”).

Un’immersione profonda verso recessi immaginifici.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...