luca longobardi “plume”

a1677088545_10.jpg

Seduti su una nuvola spinta da un vento dolce alla ricerca di una nuova prospettiva da cui osservare il mondo. La musica sa essere antitodo, può definire ripartenze ed essere un accogliente rifugio nel quale lasciare fluire leggeri anche i pensieri più ingombranti, ed il suo Luca Longobardi lo ha costruito lentamente e con cura.

“Plume” è un ambiente ideale fatto di calda luce abbagliante e malinconica penombra in cui vaporose visioni sognanti si alternano a impetuose fughe dall’incedere serrato disegnando un universo costantemente in bilico ma sempre in perfetto equilibrio. È il pianoforte ad indicare la via, ma a completarne gli avvolgenti tracciati interviene l’ausilio di sonorità analogiche che combinate ai rumori ambientali dello strumento ne espandono ed innalzano il portato emozionale che si mantiene profondamente inalterato lungo la sequenza di palpitanti danze melodiche che scolpiscono paesaggi impetuosi (“Eleven lives”, “Paralleli”) e placide derive di infinito lirismo (“Lullaby #19 (a song for Jpg)”, “Quel che resta della notte”).

In appendice, le rimodulazioni di tre tracce ampliano ulteriormente le coordinate di un lavoro intensamente ispirato, preziosa raccolta di attimi di cristallina bellezza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...