paolo spaccamonti / jochen arbeit “cln”

[boring machines]

BM085_CLN_cover.jpg

Un luogo e due protagonisti per un’unica lunga sequenza divisa in sette movimenti. È un incontro che ha il sapore dell’ineluttabilità quello tra Paolo Spaccamonti e Jochen Arbeit, una convergenza fondata su una visceralità capace di coniugare l’abilità di cesellatore di suoni per immagini del compositore italiano all’instancabile gusto per la ricerca del musicista tedesco, noto tra l’altro per essere parte degli Einstürzende Neubauten.

L’inquieto e cupo torrente elettrico che si espande senza sosta nella mezz’ora di “CLN” è il distillato di alcune ore di registrazione che vedono le chitarre dei due autori fondersi seguendo una ritualità fatta di attese cariche di tensione, compenetrazioni stridenti e movimenti complementari di basse frequenze  pulsanti e misurate traiettorie distorte. È un flusso indomito dai connotati prepotentemente cinematici, che si nutre di una duplice visionarietà influenzata da universi distanti eppure complementari originante un lungo sinuoso blues lisergico.

Spontanee architetture sonore che disegnano un vibrante skyline notturno.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...