marco malasomma “jura”

[stochastic resonance]

sr017_artwork.jpg

Un tumulto strisciante che si dipana flebile e costante attraverso visioni di un futuro distopico sempre più prossimo e incombente. Trae le mosse dal capolavoro orwelliano e dalla simbiosi tra l’autore e i luoghi che ne hanno determinato la genesi il pulsante racconto in otto atti disegnato da Marco Malasomma, esplorazione modellata attraverso il connubio tra vibranti trame acustiche e nervose scie sintetiche.

Rivolgendo il proprio sguardo al passato e provando ad indagare le premesse da cui scaturisce la profetica opera dello scrittore britannico, Malasomma disegna un cupo orizzonte sul quale proiettare le inquietudini di una contemporaneità sempre più asfissiante attraverso una sequenza di paesaggi sonori disegnati da modulazioni gravide di tensione dominate da una marcata componente ritmica, che soprattutto nella prima metà è pervasa da evidenti echi ancestrali. La costante interazione tra queste scansioni primitive e le incombenti saturazioni elettroniche a tratti impreziosite dal contributo di ulteriore strumentazione acustica, costruiscono un articolato percorso in bilico tra dimensioni temporali differenti  in cui la scintilla di un’intuizione del passato diviene guida per restituire il malessere di una presente sempre più difficile da cogliere nella sua intricata e subdola complessità.

Alla ricerca di una consapevolezza perduta.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...