franz rosati “nulltelékheia”

[holotone]

a3880442292_10

 

Senza tregua attraverso algidi scenari postmoderni pervasi da schiacciante inquietudine. È un asfissiante vortice di particelle in disgregazione a dare forma all’allucinato viaggio concepito da Franz Rosati per la Holotone di Daniele Antezza, un travolgente itinerario apocalittico che non vuole offrire alcuna via di fuga a chi ne rimane vittima.

Nell’arco della sua scarsa mezz’ora di durata, “Nulltelékheia” configura una distopica deriva fatta di brutali frequenze abrasive che imperversano scandite da martellanti trame percussive, generando ribollenti nuclei in deflagrazione. Sono spirali ascensionali che si sviluppano da destrutturate fluttuazioni alienanti (“Continua Imperfect”, “Protective Layers”) trasformandosi in crepitanti flussi di taglienti frammenti (“Xamy Disu”) fino a divenire violenta tempesta di stille inorganiche (“Mercurial Device”) che conduce al conclusivo annientamento (“Chase Me Astral”) a cui può seguire soltanto un roboante silenzio.

Un dispotico tracciato corrosivo che incide solchi indelebili.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...