dronny darko & apollonius “the sea of potentials”

[ΠΑΝΘΕΟΝ]

cover

Un’oscurità densa ed impenetrabile attraversata da un nervoso alito di vitalità che ne contraddice costantemente l’assoluta immobilità. È un muoversi tra insondabili nebbie droniche alla ricerca di una breccia attraverso cui ritrovare la luce quel che prende forma lungo l’ora abbondante di “The sea of potentials”, misteriosa esplorazione sonica plasmata da Oleg Puzan, autore ucraino che si cela dietro lo pseudonimo Dronny Darko, in collaborazione con Eelke van Hoof, artista d’istanza ad Eindhoven  che produce sotto il nome di Apollonius.

Un oceano di alienanti modulazioni, che disegnano evanescenti tracciati colmi di algido mistero, si sviluppano come un unitario flusso diviso in quattro dilatati movimenti che si espandono lenti ed implacabili. Tutto si muove costantemente altalenante tra profondità liquide e altezze siderali che trovano comune denominatore nel senso di straniamento e isolamento indotto dalle frequenze sinuose che avvolgono scarne risonanze e flebili frammenti crepitanti.

È un navigare silente e meditabondo, pervaso da un’aspirazione mai soddisfatta che gradualmente si spegne lasciandoci immaginare un procedere infinito verso un orizzonte irraggiungibile.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...