Takagi Masakatsu “Marginalia”

[Milan Records]

Un respiro che si irradia leggero come morbida luce che accarezza il mondo posandosi su ogni suo remoto angolo, movimento reso tangibile attraverso l’aggraziato tocco di due mani che fluenti corrono sulla tastiera di un pianoforte. Traspare tutta la benefica influenza di un luogo remoto e profondamente sereno da “Marginalia”, intima raccolta di confessioni a cuore aperto cesellata da Takagi Masakatsu nella solitudine del suo studio privato situato in un piccolo villaggio della prefettura di Hyogo.

Assecondando l’elegia e la semplicità connaturata nel luogo prescelto, il musicista giapponese  costruisce una sequenza di minimali istantanee dal sapore intimo, eleganti tracciati che danno forma a differenti stati d’animo attraverso l’utilizzo di trame pianistiche dolcemente nostalgiche o dall’incedere quasi ludico, che a tratti includono echi  ambientali o trovano espansione in modulazioni vocali e brevi ulteriori contributi acustici. Immediatezza e un senso di estrema libertà si sprigionano prepotenti lungo l’intera durata del lavoro originando una placida peregrinazione intrisa di ammalianti riflessi orientali.

Contemplative annotazioni di un mondo seducente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...