Porya Hatami | Aaron Martin | Roberto Attanasio “Sallaw”

[dronarivm]

Tratti morbidi e campiture tenui  che emergono dalla densa nebbia dell’oblio per riaffermare l’inesorabile scorrere del tempo scandito dal succedersi delle stagioni. È su un evanescente territorio risonante, privo di coordinate definite, che si incrociano Porya Hatami, Aaron Martin e Roberto Attanasio per dare origine ai quattro movimenti di questa placida sinfonia plasmata fondendo in un unico flusso la loro peculiare visione artistica.

Come gemme che lentamente si dischiudono per offrirsi nella loro totale bellezza, le tracce costruite dai tre musicisti seguono un tracciato evolutivo che vede accostarsi e sommarsi le granulose frequenze sintetiche di Hatami, le sinuose traiettorie di Martin e i carezzevoli fraseggi di Attanasio fino a raggiungere una corale armonia in cui ogni elemento ha l’identico peso. È una nube di suono che prende forma gradualmente librandosi in esatto equilibrio tra lessici differenti tenuti insieme da un approccio condiviso. Con semplice ed inattesa grazia, persistenze a tratti ruvide ed inquiete accompagnano l’andare dolente e nostalgico delle tessiture del violoncello generando un evocativo fondale su cui lasciare cadere le cristalline stille pianistiche che completano ogni istantanea di questo avvolgente sequenza di paesaggi emozionali capace di costruire un ideale ponte tra universi distanti eppure pienamente compatibili.

Un incontro da cui sprigiona in tutto il suo splendore la preziosa forza della contaminazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...