The Star Pillow “Music for sad headbangers”

[Midira Records]

Uno strappo ruvido e perentorio apre il sipario su quello che si appresta a rimanere per un lungo frangente un atto definitivo. Da qui in poi The Star Pillow si inabisserà per esplicito volere di Paolo Monti ed in attesa di ritrovarlo continueremo a navigare tra i caleidoscopici flutti di questo suo prezioso lascito, tragitto trasversale attraverso suggestioni ed atmosfere che raccontano di un percorso creativo fertile e cangiante.

Seguendo lo scorrere delle sei scene che modulano questo sfaccettato viaggio sonico ci si immerge in atmosferici territori alternanti irrequiete frequenze cariche di scabrose distorsioni, stranianti derive oniriche e placide visioni cinematiche. Come già avvenuto nel precedente “Quattro dialoghi fuori campo”, ampio spazio viene affidato a tessiture armoniche che recuperano la voce evidente della chitarra relegando a margine la dilatata componente ambientale di cui si è nutrita l’epica montiana degli anni più recenti , cifra che comunque riemerge a tratti per divenire dominante e prepotente unicamente lungo gli oltre undici minuti di “Departures”.

È un universo risonante avvolgente e ipnotico, luogo ammaliante che attrae e respinge andando oltre qualsiasi restrizione di genere e stile per proporre uno sguardo che si apre su un vasto paesaggio emozionale privo di margini netti e definiti.
Il malinconico saluto di un metallaro che speriamo torni presto a sorridere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...