Kate Carr “Contact”

[Flaming Pines]

Trasmettere, connettersi, abbattere le distanze. Esiste una crescente ansia di comunicare in modo rapido, di poter raggiungere ogni luogo e questa esigenza ormai prossima a divenire ossessione è la fonte da cui nasce “Contact”. Ideatocome performance live eseguita al festival scozzese Radiophrenia lo scorso maggio, il flusso plasmato da Kate Carr viene ora rimodulato per acquisire un suo definitivo formato fisico.

Scie impercettibili, vibrazioni residue, scorie sonore lasciate dai mezzi di connessione vengono raccolti e intrecciati a dare concretezza ad un livello risonante nascosto che testimonia l’incrocio delle diverse linee di trasmissione. Tra le maglie della rete risultante si incastrano i frammenti vocali estratti da quaranta diverse fonti invitate appositamente a ripetere ‘dot dash zero one’ come contemporaneo mantra ipnotico.

Ne scaturisce una traiettoria apparentemente futuristica, in realtà un immaginifica visione della nostra contemporaneità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...