Olan Mill “Sacred Geometry”

[DRONARIVM]

Nebulosi orizzonti verso cui tendere liberandosi dal peso della materia, luce abbagliante a cui affidarsi fiduciosi. È un invito alla trascendenza, alla cristallina contemplazione, ciò che ci offre Alex Smalley lungo i solchi del suo nuovo tragitto a firma Olan Mill, percorso bipartito che accosta una sua esecuzione live dello scorso anno durante un festival olandese a tracce appositamente plasmate.

Densa e sinuosa scorre la materia risonante sviluppando immagini sonore inspirate dalla appagante bellezza dell’esattezza geometrica della natura, definita nella prima parte da stratificazioni sintetiche attraverso cui si propagano placidi riverberi chitarristici e nella successiva dal connubio di stille acustiche e pronunciate modulazioni elettroniche. In entrambi  i casi quel che ne deriva è un avvolgente oceano di satura quiete che si muove cullante.

Un meditabondo estraniarsi dalle ombre del mondo reale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...