Claire Rousay “t4t”

[No Rent Records]

Apparentemente in contatto con una sconfinata moltitudine per ritrovarsi in balia di un indissolubile senso di solitudine. È una riflessione su una delle più profonde dicotomie che investe le relazioni umane nel nostro tempo quella da cui trae origine il nuovo lavoro di Claire Rousay, tragitto sonico incentrato sul diffuso ricorso alla socialità virtuale che conduce sempre più distanti dalla concretezza del reale.

Le trame tattili, modellate dalla musicista americana attraverso i suoi abituali processi di esplorazione e ricerca di espanse fonti percussive, si snodano con sussurrato ribollio interpolate da narrazioni vocali tratte da varie tipologie di scambi avvenuti attraverso la rete, respiri ed echi ambientali creando un costante accostamento tra comunicazione astratta ed essenziale tessitura materica.

Più flebile e rarefatto nel suo primo capitolo, il ruvido flusso fremente diviene più convulso ed inquieto nella seconda parte dominata dall’alternanza tra densi frangenti ed equivoci sussurri che si protraggono fino all’irrisolto finale che ci lascia in balia degli interrogativi posti.

Riflessi ansiogeni di un interagire sempre più vacuo e superficiale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...