Christine Ott & Torsten Böttcher “Nanook of the North”

[Gizeh Records]

Racconti di una quotidianità dura vissuta in una terra estrema. Senza filtri ed inutili orpelli Robert Flaherty mette in scena la vita di una famiglia eschimese della Hudson Bay affidandone la sonorizzazione a Christine Ott, artista che più volte ha già dimostrato il suo grande talento nel saper creare in presa diretta commenti per immagini in movimento.

Strettamente coadiuvata da Torsten Böttcher, la musicista francese disegna una trama risonante diretta e profondamente dinamica che segue le atmosfere del film ricalcandone l’immediatezza e l’alternarsi di quiete e tensione che accompagna lo scorrere della vicenda. Interamente plasmata utilizzando strumentazione acustiche, il flusso si sviluppa muovendosi alla ricerca di un costante equilibrio tra tessiture pianistiche e frequenze percussive a cui si sommano echi esotici e riverberi ancestrali scaturenti dall’utilizzo tra gli altri del didgeridoo e del hang.

Grande assente è qui l’Ondes Martenot, la cui voce magica e spettrale spesso caratterizza le composizioni della Ott, scelta che conferma la grande sensibilità di un’autrice capace di cogliere lo spirito della narrazione visiva in tutto il suo portato e trovando perfetta complicità nell’estro pulsante di Böttcher.

Una nuova vivida avventura da ascoltare con gli occhi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...