AEON / Salis “Santa”

[Cathedral Transmissions]

Immersi nella fitta nebbia di un sogno vivido e ammaliante.

È una tripartita elegia a due voci a scaturire dall’incontro tra Andrea Cherchi aka AEON e Giacomo Salis, un ipnagogico flusso di coscienza sospeso in un limbo privo di connotazioni spazio temporali ,che gradualmente diviene meno evanescente pur rimanendo alito impalpabile.

A dargli forma è il cauto e morbido accostamento tra vaporose scie sintetiche che si sviluppano mesmeriche e seducenti e l’evocativo perpetrarsi di tenui risonanze di gong che emergono cristalline tra l’atmosfera rarefatta, scandendo un incedere che, contraddicendo la brevità del lavoro, appare un possibile reiterarsi privo di soluzione di continuità.

Un istante luminoso e pieno di calore che diviene eco infinita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...