Corrado Altieri | Gianluca Favaron “To Found”

[st.an.da]

Scavare nell’archivio, recuperare frammenti da trasfigurare e ricomporre per giungere alla costruzione di nuovi tracciati sempre più ibridi e accidentati. È un vero e proprio processo di rivitalizzazione della materia ciò da cui muove la realizzazione del terzo capitolo condiviso da Corrado Altieri e Gianluca Favaron, una sapiente opera di riuso e rifunzionalizzazione che conferisce nuova dimensione e forma a ciò che solo apparentemente aveva esaurito la sua carica risonante.

Incrociando alienate modulazioni sintetiche, ruvide frequenze materiche, echi ambientali e algidi bordoni i due musicisti plasmano un intricato universo sonico scandito da marcate pulsazioni dall’incedere irregolare eppure profondamente ipnotico. È un susseguirsi di decostruiti scenari in cui mutevolmente le componenti si fondono generando nervosi ambienti carichi di tangibile tensione, spesso convulsi e roboanti ma a tratti dallo sviluppo più lineare (“Replica di una notte”) o più inclini a favorire l’emergere di dettagli da atmosfere cupe e meno deflagranti (“Disorientamento apparente”).

È un errare privo di riferimenti, un procedere costantemente sfasati in una pressante distesa di suono spigoloso sensorialmente stimolante.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...