Christopher Bissonnette “The Wine Dark Sea”

[Dronarivm]

Una densa distesa di meditabondi flussi in morbido sciabordio. È una placida marea di liquide sequenze in costante movimento la materia che informa il quinto album in studio di Christopher Bissonnette, una quieta evoluzione di liquide frequenze ispirate dalle parole di Omero da cui il lavoro tra il suo titolo.

Coniugando rade risonanze acustiche alle abituali modulazioni estratte dal suo synth analogico, il musicista canadese plasma una sinuosa traiettoria dall’andamento onirico e riflessivo, una silente risacca che a tratti si tinge di atmosfere più tese ed oscure. È un mare elettro acustico mesmerico, un orizzonte risonante pervaso da una flebile inquietudine che emerge altalenante dai saturi vapori che disegnano gli evanescenti tratti di queste otto avvolgenti derive soniche.

Immergersi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...