DIVUS “2”

[Boring Machines]

Un intenso noir in una fumosa notte carica di strisciante tensione. A tre anni di distanza dal primo atto, Luciano Lamanna e Luca T. Mai tornano ad incrociare i rispettivi percorsi artistici per proseguire la condivisa saga firmata Divus, cinematico itinerario sonoro che vede fondersi l’attitudine elettronica del produttore romano con l’immaginifica forza narrativa del sassofonista noto soprattutto per essere parte degli Zu.

Invariati restano gli ingredienti di questo nuovo capitolo, la cui scelta di identificazione delle tracce evidenzia fin da subito la volontà di porsi in continuità con quanto proposto al debutto, ma l’intenso dialogo tra le modulazioni sintetiche di Lamanna e i dilatati riverberi  dello strumento di Mai trova qui nuove soluzioni che ampliano il lessico iniziale.

Permane l’atmosfera plumbea e in parte il suo espanso evolversi, tingendosi però di sfumature più ruvide e sfociando a tratti in traiettorie più ribollenti, segnate da serrati fraseggi del sax e da linee pulsanti più marcate, che aggiungono una diversa vivacità alla nuova trama definendo un incedere più dinamico e coinvolgente.

Un riuscito seguito che inietta maggiore azione in una formula altamente evocativa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...