Simone Lalli “Marefermo”

Un convulso vortice di acide bordate sospinte dal frenetico susseguirsi di indomiti battiti taglienti. Dismesso lo pseudonimo Autobam, torna con un primo breve tragitto sonico a propria firma Simone Lalli, incalzante traiettoria postmoderna proiettata verso una dirompente dimensione siderale.

Implacabile e pervaso da densa inquietudine, il suono si dispiega vischioso eppure estremamente dinamico, ibridando trame melodiche e complesse ritmiche accuratamente disegnate  che rimandano in modo chiaro a quell’immaginifico territorio elettronico che ha nell’universo Warp un suo indiscutibile punto di riferimento. Tra progressioni accattivanti ed ossessive strutture circolari, i quattro capitoli di questo rapida escursione attraverso oscuri panorami risonanti, saturi di echi cosmici, costruiscono un fervido immaginario pulsante dal quale lasciarsi trasportare verso mondi futuribili da esplorare.

Il promettente inizio di un nuovo viaggio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...