Slow Reels “Farewell Islands”

[morr music]

Saturi cieli grigi che lentamente si muovono verso orizzonti di indissolubile malinconia. È un’esplorazione emozionale in bilico tra ruvida glacialità e caldo romanticismo a prendere forma dal dialogo a distanza tra Ian Hawgood e James Murray, una traiettoria risonante che si nutre delle peculiari visioni dei due artisti accomunate da una condivisa predilezione per l’utilizzo di nastri e strumentazione analogica.

Pervasi da minuta grana che ne segna una costante evoluzione degenerativa, i quattro dilatati movimenti, plasmati attraverso il serrato scambio tra i due musicisti, compongono un evanescente flusso ambientale fatto di densi vapori sintetici, polverosi riverberi e ammalianti fondali armonici ampiamente trasfigurati, ibridazione sonica che incessantemente vira verso la formazione di avvolgenti paesaggi interiori in cui presente e passato si ritrovano sullo stesso piano.

Penetranti distese droniche e incessanti minute variazioni crepitanti si combinano generando un coeso universo nostalgico ricco di preziosi dettagli da scoprire ed assaporare, un torrente sonoro dall’intensità crescente che diviene totalizzante oceano sensoriale in cui immergersi e andare placidamente alla deriva.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...