Benjamin Finger “Less One Knows”

[Dead Definition]

Un territorio sempre più ampio e sfaccettato nel quale immergersi consapevoli di ritrovarsi in balia di continui cambi di scena. Giunto al suo quattordicesimo album, continua ad espandere la sua tavolozza sonora Benjamin Finger seguendo il suo innato eclettismo che nel corso degli anni lo ha visto muoversi tra atmosferiche visioni elettroacustiche, scarne partiture pianistiche e derive elettroniche di matrice marcatamente ritmica.

Sorprende quindi solo in parte l’acida dimensione onirica in cui proietta la sequenza di queste undici nuove tracce, vere e proprie derive chitarristiche in bilico tra placida contemplazione (“Head Fading Blues”) ed incalzante furore elettrico (“Open Phase”). Un’ambivalenza dai tratti cinematici presente lungo l’intero evolversi del lavoro, che però a partire dalla title-track si nutre di continue, inattese variabili conducendo verso traiettorie oblique e vorticose in cui trovano spazio destrutturate forme canzone (“Crushed At Sea”, “Once Upon A Dirty Sound”) ed escursioni verso paesaggi ibridi che incrociano scansioni melodiche e frequenze sintetiche (“Foggy View”).

Un viaggio sonico intriso di emozionalità che apre verso un orizzonte inedito nella pur caleidoscopica produzione di un artista in costante evoluzione.  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...