Valance Drakes “Freedom Is Its Own Kind Of Salary”

[laaps]

Scomposte visioni di un’epoca sempre  più buia ed inquieta. Partendo dalle ultime risonanze del cinematico flusso disegnato da Tomotsugu Nakamura nel capitolo precedente, tocca  all’enigmatico Valance Drakes disegnare la nuova tappa del progetto discografico Laaps attraverso la sequenza di otto tremolanti istantanee definite da ribollenti stratificazioni soniche.

disegnare la nuova tappa del progetto discografico Laaps attraverso la sequenza di otto tremolanti istantanee definite da ribollenti stratificazioni soniche.

Una vitale combinazione di estratti ambientali e vari campionamenti è la materia di base dei racconti di questo musicista che arriva (come lui stesso scrive) da qualche parte dell’Europa, un labirintico collage di frequenze pulsanti a cui si sommano scarni battiti dall’incedere profondo. Quel che si cristallizza da tale incrocio è la costruzione di frastagliati paesaggi immersi in una notte liquida, ritratto postmoderno di un’irrequietezza del vivere che non trova soluzione.

Il convulso battere di un cuore in eterno tumulto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...