Vito Pesce, Walter Forestiere “Anthropolitan Chorale”

[Creative Sources Recordings]

Una vivida esplorazione di mutevoli paesaggi urbani che si susseguono generando un ribollente flusso in costante trasformazione. Non una mappatura ambientale, ma una traduzione sensoriale del mondo in cui sono immersi è quella prodotta da Vito Pesce e Walter Forestiere nel loro nuovo lavoro, disco che vede giungere il duo, a tre anni di distanza dall’esordio, alla realizzazione della seconda tappa condivisa.

Scandito in tre lunghi movimenti, “Anthropolitan Chorale” definisce un irrequieto viaggio incentrato sull’avvicendarsi di trame sonore che convulsamente si muovono tra accoglienti scenari armonici e traiettorie aspre, ricche di oblique dissonanze e taglienti feedback. È un dialogo serrato, che alterna incontri e scontri, quello instaurato dalle chitarre di Pesce e le sezioni ritmiche di Forestiere, un confronto privo di prevaricazioni ma non fondato su una accomodante assonanza, ricco di incastri che servono a riprodurre l’intera gamma dei contrasti del vivere contemporaneo.

Ciascuna traccia si muove in graduale crescendo prendendo le mosse da attutite movenze marcatamente materiche e orientandosi verso deflagranti picchi elettrici, inseguendo una rotta irregolare frutto di un lavoro di attenta destrutturazione di una linea compositiva ben ponderata. Da tale pratica si sprigiona una tensione costante che tiene viva l’attenzione e accompagna fino in fondo chi si mette in ascolto di questa tumultuosa spirale narrativa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...