Lorenzo Masotto “i=r”

[whitelabrecs]

Un paesaggio essenziale che duplicandosi su uno specchio d’acqua trova un’eco ulteriormente espansa da un processo di parziale trasfigurazione. È interamente condensato nella fotografia di Michele Dolci che campeggia in copertina il senso del più recente viaggio in musica di Lorenzo Masotto, un nuovo solitario itinerario ispirato da quella rifrazione la cui formula dà il titolo all’album.

Il ritorno ad un pianismo scarno, privo di contaminazioni sintetiche e partiture orchestrali è l’invariante che collega questo nuovo lavoro al precedente “Home”, tratto distintivo qui imperniato sulle possibilità offerte dall’interposizione del feltro tra martelletti e corde di un pianoforte verticale. Composto e registrato nella solitudine imposta della scorsa primavera, il disco ne riflette la dimensione intima e parzialmente malinconica proponendo dieci  percorsi melodici che ancora una volta mettono in luce, oltre alle capacità di scrittura, le doti di esecutore del musicista veneto.

Resta poco da aggiungere, tutto è affidato al fluire di una musica immediata e  priva di asperità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...