rui p. andrade “all lovers go to heaven”

[acr]

Rui P. Andrade - All Lovers Go To Heaven - cover.png

Cupi riverberi che si espandono a creare un mare denso di inquietudine. C’è un senso di infinita desolazione che si irradia dalle profonde frequenze generate da Rui P. Andrade in “All lovers go to heaven, malinconica deriva nella quale lentamente navigano pensieri in dissoluzione.

Dai quattro capitoli del racconto si irradia una quiete apparente pervasa da una crescente tensione, che attraversando le basse modulazioni genera una costante sensazione di irrevocabile perdita. Tutto scorre pervaso da un’oscurità persistente ed inattaccabile che dopo le sinuose movenze di “A.L.G.T.H.” raggiunge il suo culmine negli oltre undici minuti di “Only to become water” prima di essere squarciata dalla voce narrante di Zuzana Šlechtová che domina “Violet-Red” e che ci conduce verso la chiusura abrasiva affidata a “She strikes as a belgian shepherd”.

Una discesa verso un universo interiore fatta di spettri che aleggiano in un amniotico vuoto privo di luce.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...